Ecco il trucco per trovare clienti su Facebook

Come ogni trend e moda che si rispetti, oggi la maggior parte dei titolari di piccole attività è convinta che si possano trovare clienti su Facebook. E di ottenere questo strepitoso risultato nel migliore dei modi possibili: gratis!

Ma è possibile ottenere contatti, fare nuovi preventivi, chiudere contratti o, semplicemente, vendere a nuovi clienti utilizzando come strumento principale Facebook?

Sì, è possibile. Io, per dire, lo faccio, tutti i giorni. Ma non si tratta di una cosa semplice né del tutto gratuita. Non è come vincere la lotteria. Richiede tempo, impegno, utilizzo di risorse, seppur limitato e in modo molto meno oneroso rispetto ad altre tipologie pubblicitarie.

Indice:

Ogni giorno mi accorgo che le persone, di Facebook, non hanno capito niente. Perché altrimenti non si spiegherebbe perché si vedono post che dovrebbero attirare clienti, pubblicati sui profili personali delle persone che hanno un’attività. O offerte speciali pubblicate sulla pagina Facebook della propria attività. Una pagina, però, abbandonata a se stessa.

Chiariamo quindi subito un punto: il tuo profilo personale è, appunto, personale e ai tuoi amici frega nulla del menu del tuo locale. Perché tra gli amici hai persone che già ti conoscono e che sono svincolate dalla tua attività. E non vogliono leggere il tuo menu.

Questo, invece, è ciò che leggo sui profili personali di amici che hanno un’attività:

Come non fare pubblicità

Allo stesso modo, NON ha senso postare i menu del tuo locale sulla tua pagina Facebook se la stessa non viene curata in modo efficace, con continue interazioni con gli utenti e con il ricorso alle Ads di Facebook, le inserzioni a pagamento di cui parleremo tra poco.

Impara una cosa, prima che sia troppo tardi:

solo il 4% delle persone che hanno messo “mi piace” sulla tua pagina Facebook visualizzeranno ciò che pubblichi.

Pertanto, non illuderti, non basta. Se la tua strategia per trovare nuovi clienti con Facebook si limita a postare qualcosa ogni tanto sul tuo profilo e sulla tua pagina, allora NON otterrai alcun risultato. Ok?

Bene, compreso questo aspetto, iniziamo a capire cosa conta davvero, cosa è utile per ottenere dei risultati utili per la propria attività anche grazie a Facebook.

Quanto costa fare pubblicità su Facebook?

Premesso dunque che postare offerte e menu del giorno sulla pagina fan che non è affatto profilata e targettizzata non serve a niente, cerchiamo di capire quanto costa fare della pubblicità su Facebook per attirare nuovi clienti.

Usare Facebook Ads per incrementare il fatturato delle piccole attività è una strategia molto efficace, se ben utilizzata, e che sta facendo la fortuna di molti imprenditori italiani.

Certo, Facebook Ads ha dei costi. Ma si tratta di costi del tutto sostenibili, come spiego dettagliatamente in questo articolo: “Quanto costa fare pubblicità su Facebook e come dedurne la spesa“.

Il costo della pubblicità su Facebook è molto semplice da stabilire, ed esso corrisponde a:

quel che decidi di spendere tu!

Puoi decidere se investire un budget giornaliero (minimo 5 euro al giorno) o un budget totale. Facebook farà in modo di farti spendere solo quel che avrai deciso tu e impostato in fase di creazione della campagna.

Non solo. Puoi decidere se far iniziare la campagna in modo continuativo oppure decidere, da subito, quando comincerà e quando terminerà. E no, non può capitare che essa possa durare più di quanto avrai deciso tu e neanche che tu spenda più di quel che hai impostato.

Ma i vantaggi relativi all’utilizzo di Facebook Ads non finiscono qui, perché potrai decidere tu quanto spendere per ogni singolo click. Ovviamente, inserire un costo per click troppo basso, fuori mercato, significa non ottenere i risultati attesi. Occorre cercare di capire qual è la cifra che ti consente di ottenere il maggior numero di contatti, di interazioni, spendendo la minor cifra possibile.

Ti rimando alla lettura dell’articolo per ulteriori approfondimenti: “Quanto costa fare pubblicità su Facebook e come dedurne la spesa“.

Se vuoi fare pubblicità su Facebook per la tua attività, e DEVI fare pubblicità su Facebook se vuoi trovare nuovi clienti ad un costo assolutamente contenuto (scegli tu quanto!) senza rivolgerti ad agenzie o rappresentanti mangia-denaro, allora ti serve uno strumento che ti guidi passo dopo passo nella creazione di una campagna. E non solo. Usare soltanto Facebook per trovare nuovi clienti per la tua attività, ignorando le altre grandi opportunità che ti fornisce internet è da ingenui.

Questo strumento è il “Usa Facebook per Lavorare“. Non è il classico barboso e complicato corso online ma rappresenta il modo più semplice per creare le tue campagne senza avere competenze informatiche specifiche.

Basta sapere leggere, ascoltare degli audio mp3 e comprendere cosa viene mostrato in un video. Infatti, il “Usa Facebook per Lavorare” è scritto in linguaggio semplice, ricco di illustrazioni, con la spiegazione di ogni singolo passaggio, senza dare per scontato nulla e, cosa che la differenzia da TUTTI gli altri corsi online, è arricchito da alcuni video esclusivi che mostrano come procedere.

copertonaVuoi iniziare SUBITO a trovare NUOVI CLIENTI per la tua attività grazie a Facebook? Scopri il Video Corso (5 lezioni video + manuale in pdf): Usa Facebook per Lavorare!

 

Scopri di più sul corso: Usa Facebook per Lavorare! 

 

Meglio Google o Facebook per pubblicizzare un’attività?

Se fai parte di quella minoranza illuminata di persone che hanno una piccola attività e non si limitano ad aspettare che i clienti vengano da loro solo perché sono bravi, cortesi e convenienti, ma hai capito che, per emergere nel marasma delle milioni di negozi, ristoranti, bar, tintorie eccetera, tutte uguali, devi fare qualcosa per differenziare la tua offerta e devi anche renderti più visibile attraverso il marketing, allora ti sarai di certo posto il problema:

è meglio usare Google Adwords o Facebook Ads per pubblicizzare la mia attività?

Bene, come spiego in questo articolo: “Meglio Google o Facebook per pubblicizzare un’azienda?“, non esiste una risposta definitiva, o meglio, la risposta c’è ed è:

Meglio Facebook o Google? Dipende. Dipende dal tuo tipo di attività, dipende dal tuo budget, dipende, soprattutto, dal processo di acquisto dei tuoi clienti.

Cosa si intende per processo di acquisto del tuo cliente tipo?

Decifrare il processo di acquisto di un cliente, come spiega Alessandro Sportelli nel suo libro “Il Succo del Web Marketing“,
significa che devi riuscire a comprendere il modo in cui il tuo cliente tipo arriva a te, ai prodotti e ai servizi che vendi. A quel punto, il tuo obiettivo sarà quello di esserci laddove il tuo cliente ti cerca.

Meglio Google o Facebook?

Ti faccio un esempio per farti capire meglio.

Se hai un ristorante, il tuo cliente ti può scegliere in uno dei seguenti modi:

  1. E’ già tuo cliente fedele, ha il numero in rubrica e chiama per prenotare
  2. Ha sentito parlare di te, allora va su Google e cerca il tuo sito per avere più informazioni
  3. Deve scegliere un ristorante, allora cerca su Google: Ristorante a (nome città)
  4. Vuole andare a colpo sicuro, va su TripAdvisor e legge le recensioni. Poi, fa dei confronti con altri locali, va sui loro siti e sceglie quello che lo ispira di più

Questo percorso lo puoi decifrare per ogni tipo di attività. Pensaci e vedrai che è così.

Come si traduce tutto ciò nella tua strategia di marketing per aumentare il tuo giro di clientela?

Nel primo caso, il cliente ti conosce già. Pertanto, dovrai solo cercare di essere sempre all’altezza delle sue aspettative.

 

PS. Scusami un attimo. Se questo post ti sta piacendo, puoi cliccare su “G +1” qui in basso? A te non costa niente ma a me è molto utile:

 

Nel secondo caso, se l’utente va su Google e cerca informazioni sul tuo ristorante perché ha sentito parlare di te, questo significa che, come minimo, dovrai avere una pagina Google My Business ben realizzata e ben posizionata, oltre ad un sito che non sia la copia di tutte le migliaia di siti di ristoranti italiani che sono stati realizzati dalla stessa grande agenzia (quella famosa per gli elenchi telefonici…). Dovrai avere un sito ben realizzato, fruibile anche con il cellulare, nel quale pubblicare la tua idea di cucina, le foto dei piatti, la tua proposta culinaria, il menu e il listino prezzi aggiornato. Infine, dovrai fornirgli la possibilità di prenotare, direttamente o tramite telefono o email.

Nel terzo caso, l’importante sarà essere ben posizionati nelle chiavi di ricerca su Google con il proprio sito. Oppure, acquistare pubblicità per le parole chiave correlate alla propria attività, in questo caso i ristoranti, per farsi trovare subito quando le persone cercheranno le parole stesse.

Nel quarto caso, occorre avere recensioni positive su TripAdvisor e curare alla perfezione il sito web.

Pertanto, se hai un ristorante è preferibile concentrarsi su Google Adwords, sulla gestione della pagina Google MyBusiness e nella realizzazione del proprio sito web.

E Facebook? Se hai un ristorante o un’attività i cui clienti ti trovano in un modo simile, ossia andando a cercare direttamente su Google le informazioni utili per scegliere, allora Facebook non serve?

No, anche Facebook Ads può essere utile in questo caso, ma in modo differente. Su Facebook non acquisti parole chiave, ma vai a cercare i potenziali clienti sulla base della loro ubicazione geografica e dei loro interessi. Questo significa che su Facebook non ha senso creare dei post sponsorizzati nei quali pubblicizzi il tuo ristorante con una bella foto degli interni e un titolo del tipo: “Ristorante Fratelli d’Italia, prenota”.

Un’inserzione di questo genere, che purtroppo è molto utilizzata da chi crea campagne senza avere gli strumenti giusti per comprendere il mondo della pubblicità online e dei sistemi di come guadagnare online.

Per creare campagne vincenti su Facebook devi colpire i potenziali clienti con un’offerta, una promozione realmente vantaggiosa che possa far venire “l’acquolina in bocca”. Oppure delineare una strategia di contenuti che vadano a interessare e coinvolgere i tuoi potenziali clienti in modo non immediato ma sul lungo periodo.

Se vuoi approfondire questo argomento, leggi l’articolo: “Meglio Google o Facebook per pubblicizzare un’azienda?“.

La pubblicità su Facebook non funziona

Fatte tutte queste premesse e considerazioni, occorre chiedersi: quali sono i casi nei quali la pubblicità su Facebook non funziona?

Quando, cioè, risulta essere solo uno spreco di denaro e una perdita di tempo?

Innanzitutto, quando non si ha ben chiaro qual è il processo di acquisto del proprio cliente tipo, come abbiamo visto prima. Creare delle pubblicità su Facebook come se fossero pubblicità su un giornale o in tv o, peggio ancora, su Google Adwords, è un grande errore.

Pubblicità che non funziona

Su Facebook si stimola la domanda latente, non quella manifesta. Pertanto, è inutile illudersi del fatto che una persona che sta allegramente pensando ai fatti propri (e a quelli degli altri…) su Facebook, magari mentre fa la coda alla Posta, possa essere in qualche modo attirato da un’inserzione in cui si parla della tua carrozzeria.

Chi ha bisogno di una carrozzeria va su Google e la cerca e lo fa solo quando ne ha bisogno perché ha appena bocciato o perché una grandinata gli ha bollato tutta la vettura.

Su Facebook, piuttosto, crea un ads nel quale, il giorno dopo una grandinata, proponi un’immediata perizia gratuita e una soluzione a tempo di record o con uno sconto corposo.

Su Facebook, inoltre, è facile sbagliare la campagna se si sbaglia il target. Facebook funziona se si sa a chi proporre il proprio messaggio, la propria offerta. Non funziona se non si conoscono le caratteristiche del proprio pubblico né se si pretende di attirare clienti geo-localizzando la tua inserzione anche in zone della tua città troppo distanti e già coperte dalla concorrenza.

E’ il caso della parrucchiera che fa un’inserzione con un’offerta speciale e la mostra anche a chi vive in un altro quartiere della città. Ma in realtà lei deve puntare sull’acquisizione dei clienti che vivono nelle vicinanze del suo negozio, altrimenti sprecherà denaro o, peggio ancora, attirerà clienti che arriveranno da zone differenti, troppo distanti e che, quindi, usufruiranno dell’offerta ma poi torneranno a servirsi presso un locale vicino alla propria abitazione.

Un altro tipo di errore che si può commettere è quello di utilizzare delle creatività completamente inutili.

Come detto prima, Facebook è frequentato da persone che stanno trascorrendo il loro tempo e vedono, dagli schermi del loro cellulare, decine e decine di post che risultano essere poco interessanti. La tua inserzione deve colpire l’occhio e, possibilmente, anche il portafoglio dell’utente. Altrimenti sarà ignorata.

Scegli quindi l’immagine giusta, attraente, interessante. Perché altrimenti il tuo annuncio sarà ignorato. E tu avrai sprecato il tuo denaro.

Se vuoi approfondire l’argomento, leggi subito l’articolo: “Quando la pubblicità su Facebook non funziona?“.

I trucchi per fare pubblicità su Facebook

Nell’articolo: “10 consigli e trucchi per fare pubblicità su Facebook e ottenere risultati” spiego nei dettagli quali sono i 10 trucchi che ti possono portare a creare delle inserzioni pubblicitarie capaci di portarti nuovi clienti e nuovi contatti per la tua attività.

Tra questi 10 trucchi segnalo qui i seguenti:

  1. Crea una promozione
  2. Richiedi un’azione
  3. Usa anche i post sponsorizzati
  4. Utilizza un’immagine con offerta in evidenza
  5. Fai dei test con budget minimo
  6. Lascia sia Facebook a decidere il costo per click
  7. Per le attività locali: limita il raggio d’azione
  8. Non scrivere troppo testo, usa frasi brevi
  9. Cerca il titolo migliore
  10. Ferma la campagna quando rende meno, ma sii pronto a riesumarla!

Applicando questi accorgimenti puoi smettere di sprecare soldi nelle tue inserzioni su Facebook e iniziare a ottenere grandi risultati che si traducono in nuovi clienti, nuovi contratti, contatti da richiamare, prodotti venduti e qualunque altra cosa tu venda con la tua attività.

Questi trucchi li insegno con la guida di testo e le video lezioni del mini corso online: “Usa Facebook per Lavorare” che puoi trovare qui sotto:

Usa Facebook per Lavorare. Lo trovi qui: businessboom.it/corso-facebook/ o cliccando qui sotto:

copertonaVuoi iniziare SUBITO a trovare NUOVI CLIENTI per la tua attività grazie a Facebook? Scopri il Video Corso (5 lezioni video + manuale in pdf): Usa Facebook per Lavorare!

 

Scopri di più sul corso: Usa Facebook per Lavorare! 

 

Commenti

  1. Stefano Privitelli dice

    È straordinario ciò che ho potuto scoprire dalle informazioni che hai messo a disposizione sulla potenzialità di clienti che si possono trovare e curare con Facebook. Grazie

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *